I brani lirici più belli di sempre

Fino a qualche anno fa, se identificare una canzone moderna risultava abbastanza semplice digitandone qualche parola del testo sui motori di ricerca, non ci si poteva certo muovere con la stessa dimestichezza quando si trattava di brani classici o lirici, dove le parole mancavano del tutto o erano un tutt’uno con la melodia.

Con l’avvento degli smartphone, prima, e delle app, poi, anche questo gap si è colmato: basti pensare ai software tipo “Shazam” che riescono ad indovinare un motivo semplicemente entrando in contatto con qualche pezzetto della sua melodia.

Così, brani evergreen della musica mondiale hanno cominciato ad essere scaricati ed inseriti persino nelle playlist dei più giovani, complici film, serie Tv e spot pubblicitari che li hanno utilizzati come soundtrack.

Ma quali sono i brani lirici più belli di sempre?
Scommettiamo che, ad ascoltarli, vi renderete conto di conoscerli quasi tutti?

Una top 5 lirica

  1. Carmen di Bizet – opéra-comique in quattro atti, racconta l’ardente storia d’amore tra la “zingara” Carmen ed il sergente Don José. Un celebre spot di qualche tempo fa ne riprendeva le esatte melodie con una rivisitazione in chiave comica.
  2. La Traviata di Verdi – probabilmente l’opera più rappresentata di tutti i tempi. Racconta l’amore tragico e tormentato tra Violetta, cortigiana malata di tisi, e Alfredo, giovane di buona famiglia.
  3. Il flauto magico di Mozart – un mix di mistero e superstizione, di riferimenti massonici ed esoterici, di luci ed ombre. La location di base è l’antico Egitto e tutto si snoda in capovolgimenti di trame e di percezioni.
  4. Il barbiere di Siviglia di Puccini – impossibile non aver mai ascoltato nemmeno un pezzetto di questa celebre opera dove il barbiere, il celebre Figaro, ha un ruolo di rilevanza all’interno di una storia d’amore dove sono due uomini a contendersi la stessa donna.
  5. Le nozze di Figaro di Mozart – a proposito di Figaro, chi non si è mai perso tra le vicende e gli intrighi del conte d’Almaviva che, innamoratosi di Susanna, cameriera della contessa, le cerca di imporre lo ius primae noctis (una antica usanza per la quale un signore feudale, in occasione del matrimonio di un proprio servo della gleba, avrebbe potuto pretendere di sostituirsi al marito durante la prima notte di nozze)?

 

Naturalmente, ne potremmo citare ancora altre, come il “Don Giovanni” di Mozart, “Il Rigoletto” di Verdi o “La Tosca” e “La Bohème” di Puccini.

Voi a quali opere liriche proprio non potete resistere?