Venezia: gli Oscar della musica lirica

Il Veneto vanta da sempre un patrimonio lirico di tutto rispetto, costantemente valorizzato, omaggiato e protetto dall’ente Regione.

Un primato, come fa notare l’assessore regionale al turismo, Federico Caner, probabilmente più riconosciuto all’estero che nel nostro stesso Paese, ricordando anche che è proprio nei nostri territori che è nato il Melodramma.

La notte dedicata alla lirica

Proprio a coronamento di ciò, il 1° Ottobre appena trascorso si è tenuta, presso il Teatro Malibran di Venezia, la presentazione di “Opera Star“, la settima edizione degli International Opera Awards; in sostanza, gli Oscar della lirica!

Di seguito, l’elenco completo dei vincitori:

  • miglior tenore – Francesco Demuro;
  • miglior soprano – Elena Mosuc;
  • miglior mezzosoprano – Anna Maria Chiuri;
  • miglior basso – Riccardo Zanellato;
  • miglior baritono – Luca Salsi;
  • miglior regista – Davide Livermore;
  • miglior direttore d’orchestra – Fabio Luisi;
  • miglior scenografo – Luciano Ricceri;
  • miglior costumista – Franca Squarciapino.

Con un omaggio alla soprano Maria Malibran, sono stati anche assegnati alcuni riconoscimenti:

  • premio speciale Golden Opera alla Memoria dei tenori Enrico Caruso, Giuseppe di Stefano e Beniamino Gigli;
  • premio Speciale Golden Opera alla Carriera al soprano Mariella Devia;
  • premio Speciale Golden Opera per la New Generation al soprano Rosa Feola ed al tenore Stefan Pop.

La conferenza stampa ha visto anche la partecipazione dell’assessore comunale di Venezia, Paola Mar, e del segretario generale della Fondazione Verona, Alfredo Troisi (anche ideatore del premio), che hanno affiancato il sopracitato assessore al turismo Caner per sottolineare l’importanza di questo appuntamento, che si pone l’obiettivo di valorizzare l’Opera e di contribuire ad una sua “rinascita” moderna come “arte, disciplina di vita e di cultura, scuola di sacrificio e impegno, studio e costante dedizione“, oltre che elemento di richiamo culturale e turistico per la regione e l’Italia tutta.

Insieme agli artisti premiati, anche una serie di ospiti del mondo del teatro e della danza; il premio? Una scultura di Alberto Zucchetta ispirata alla Nike di Samotracia, simbolo della vittoria.

La cultura – ha affermato Caner – è un ineguagliabile veicolo promozionale per il territorio e conseguentemente anche per la sua industria dell’ospitalità. La Regione sostiene questa manifestazione perché crede fortemente nel valore di questa espressione artistica, ma anche perché attraverso l’opera lirica e i suoi luoghi di rappresentazione, si irradia a livello internazionale una delle immagini migliori del Veneto, di quella Land of Venice che è sinonimo, per l’appunto, di arte, cultura e fascino. Insomma, un Veneto da Oscar”.