Come si diventa cantante lirico?

Se saper cantare può essere un talento intrinseco, diventare cantanti è un vero e proprio obiettivo da raggiungere con studio e dedizione; nell’ambito della lirica anche di più.

Ma come si diventa cantante lirico? Che percorso bisogna intraprendere per diventare un professionista?

Niente trucchi e tanto impregno

La musica lirica, per definizione, ospita un canto puro, mai invischiato nell’ausilio dell’elettronica e della tecnologia in generale: non sono previsti sistemi di amplificazione e, infatti, non è raro imbattersi in rappresentazioni teatrali in cui i microfoni sono completamente assenti.

Ecco perché “non c’è trucco e non c’è inganno”: il cantante lirico utilizza al massimo le potenzialità della sua voce e si forma proprio a questo scopo.

Ma come?
In effetti, il percorso è lungo ed articolato ma, va detto, ricco di soddisfazioni: questo perché è il corpo a richiedere fisiologicamente del tempo per “memorizzare” come affrontare il canto lirico, proprio come se andasse in palestra ad allenarsi!

Oltretutto, ci sono tantissime scelte da fare a monte del proprio percorso di studi: si può diventare, ad esempio, operista, per esibirsi da solista a teatro, oppure corista, per entrare a far parte di un coro, o ancora concertista e persino perseguire la strada per diventare a propria volta insegnante di canto.

Al di là di tutte le doti che è necessario possedere per muoversi al meglio in questo ambito e sperare di poter raggiungere il successo e di veder concretizzati i propri obiettivi, fondamentale è anche prendere in tempo le giuste decisioni: l’età, infatti, è un requisito fondamentale per un cantante lirico, per una questione meramente fisiologica e per motivi legati a come si articola il mondo del lavoro in questo settore.

I range da considerare? Il consiglio è di cominciare a studiare lirica non prima dei 16-18 anni, per ritrovarsi all’apice della carriera tra i 30 ed i 45 anni; naturalmente, formarsi in maniera solida significa imparare a conoscere alla perfezione il proprio corpo e gli strumenti giusti del mestiere, per poter continuare a cantare per tutta la vita senza “rovinare” mai la propria voce.

I rischi da vagliare, altrimenti, sarebbero noduli alle corde vocali (che si curano con l’opposto del canto… il silenzio!) ma anche problemi dell’intero apparato vocale e respiratorio che, siccome molto esposto, va in ogni caso riparato sempre il più possibile da freddo e batteri.

Ma andiamo al sodo: cosa studiare per diventare cantante lirico?

Il percorso ideale è fatto di diversi step, non tutti obbligatori, chiaramente, ma da attuare almeno in larga parte per una formazione completa:

  • scuola media a indirizzo musicale;
  • liceo musicale;
  • università a indirizzo musicale (come il DAMS);
  • conservatorio o studio con un insegnante di canto privato;
  • masterclass e/o corsi specializzati per la strada specifica che si è scelto di intraprendere (corista, solista, concertista etc).

La buona tecnica in questo mestiere è tutto: non ci si può avvalere soltanto del “talento naturale”!